martedì 21 marzo 2017

Dettato: Bentornata Primavera

Nell'aria c'è un profumo nuovo: è arrivata la Primavera. Ogni cosa si risveglia; gli alberi sono pieni di fiori, gli animali escono dalle loro tane. Il tempo cambia: il cielo è più azzurro, le giornate si allungano, si indossano abiti più leggeri. l'inizio di questa nuova stagione è il 20 Marzo.


domenica 19 marzo 2017

Gratis le verifiche di marzo per la scuola primaria


Ecco il consueto appuntamento con le schede didattiche di Editrice La Scuola, da quest’anno ci sono anche quelle di Inglese, realizzate in collaborazione con la Maestra Lidia, titolare dell’omonimo sito http://www.maestralidia.com/ 


Clicca QUI per scaricare le verifiche di marzo

Filastrocca del papà


Filastrocca del papà
ovunque sono ci sarà
sia vicino, sia lontano
lui mi tenderà la mano.

Ogni broncio del mio viso
lo trasformerà in sorriso
riempirà col suo coraggio
tutti i passi del mio viaggio.

Saprà togliermi le nuvole
mi racconterà le favole
metterà sulla mia bocca
la più bella filastrocca.

Caccerà tutti i miei mali
mi disegnerà due ali
e se lo lascerò fare
lui m’insegnerà a volare.

venerdì 10 marzo 2017

Prove invalsi 2017 - Date scuola primaria - esercitazioni online

Ecco le date delle rivelazioni nazionali 2017

3 maggio 2017 
II PRIMARIA: prova preliminare di Lettura e prova di Italiano;
V PRIMARIA: prova di Italiano

5 maggio 2017 
II PRIMARIA: prova di Matematica;
V PRIMARIA: prova di Matematica e Questionario studente


Per chi volesse fare esercitare i propri alunni senza dover sprecare, tempo, carta e inchiostro in fotocopie ecco qui per voi il sito di un professore che con tanta pazienza le ha trasformate col programma Quiz Faber in test online

Classe seconda (scuola primaria):
Italiano
Matematica


Classe quinta (scuola primaria):
Italiano
Matematica

lunedì 20 febbraio 2017

Il costume di Arlecchino

C’era una volta un bambino molto povero che si chiamava Arlecchino e viveva con la sua mamma in una misera casetta. Arlecchino andava a scuola e, per Carnevale, la maestra organizzò una bella festa e propose a tutti i bambini della scuola di vestirsi in maschera. I bambini accolsero l’idea con molto entusiasmo: descrivevano i loro vestiti coloratissimi e bellissimi.

Soltanto Arlecchino, solo, in disparte, non partecipava all’entusiasmo generale; zitto zitto, in un angolino, sapeva che la sua mamma era povera e non avrebbe mai potuto comprargli un costume per quell’occasione!

Ma agli altri bimbi dispiacque vedere Arlecchino tanto triste, così ciascuno di loro decise di
portare alla mamma di Arlecchino un pezzetto di stoffa avanzata dai loro costumi colorati. La mamma lavorò tutta la notte, cucì fra loro tutti i pezzi diversi e ne fece un abito.

Al mattino Arlecchino trovò un bellissimo abito di tanti colori diversi. Così, alla festa della scuola fu proprio lui la maschera più bella e più festeggiata… e tutto questo grazie all’aiuto che i suoi compagni gli avevano dato. Così, la leggenda ci racconta, nacque il costume di Arlecchino.

sabato 4 febbraio 2017

Poesie di Carnevale di Gianni Rodari

Designed by Freepik

Viva i coriandoli di Carnevale
Viva i coriandoli di Carnevale,
bombe di carta che non fan male!
Van per le strade in gaia compagnia
i guerrieri dell’allegria:
si sparano in faccia risate
scacciapensieri,
si fanno prigionieri
con le stelle filanti colorate.
Non servono infermieri
perchè i feriti guariscono
con una caramella.
Guida l’assalto, a passo di tarantella,
il generale in capo Pulcinella.
Cessata la battaglia, tutti a nanna.
Sul guanciale
spicca come una medaglia
un coriandolo di Carnevale.

-Gianni Rodari-

Pranzo e cena
Pulcinella e Arlecchino
cenavano insieme in un piattino:
e se nel piatto c’era qualcosa
chissà che cena appetitosa.
Arlecchino e Pulcinella
bevevano insieme in una scodella,
e se la scodella vuota non era
chissà che sbornia, quella sera.

-Gianni Rodari-


Il vestito di Arlecchino
Per fare un vestito ad Arlecchino
ci mise una toppa Meneghino,
ne mise un’altra Pulcinella,
una Gianduia, una Brighella.
Pantalone, vecchio pidocchio,
ci mise uno strappo sul ginocchio,
e Stenterello, largo di mano
qualche macchia di vino toscano.
Colombina che lo cucì
fece un vestito stretto così.
Arlecchino lo mise lo stesso
ma ci stava un tantino perplesso.
Disse allora Balanzone,
bolognese dottorone:
“Ti assicuro e te lo giuro
che ti andrà bene li mese venturo
se osserverai la mia ricetta:
un giorno digiuno e l’altro bolletta!”.

-Gianni Rodari-


Il gioco dei se
Se comandasse Arlecchino
il cielo sai come lo vuole?
A toppe di cento colori
cucite con un raggio di sole.

Se Gianduia diventasse
ministro dello Stato,
farebbe le case di zucchero
con le porte di cioccolato.

Se comandasse Pulcinella
la legge sarebbe questa:
a chi ha brutti pensieri
sia data una nuova testa.

-Gianni Rodari-

martedì 17 gennaio 2017

Fiocchi di neve da ritagliare

Con l'arrivo dell'inverno sentiamo la necessità di decorare le finestre delle nostre aule ormai prive di ogni decorazione natalizia, perchè non decidere di far cadere tanti fiocchi di neve? Qui di seguito alcuni esempi di fiocchi di neve pronti da scaricare e ritagliare.

https://drive.google.com/open?id=0BzsDAY2VKmEAdFBTczkxNXpEeFU

https://drive.google.com/open?id=0BzsDAY2VKmEATS1QbFpDRDBKSFE

https://drive.google.com/open?id=0BzsDAY2VKmEAVDZkY0tJN3NaU3c

https://drive.google.com/open?id=0BzsDAY2VKmEAUFdmYkJvM3R5ZHc

https://drive.google.com/open?id=0BzsDAY2VKmEAdUFXNHZ6MGNKa3M